Non sono le piogge torrenziali e i venti violenti la causa della devastazione del nostro paese!

5 Nov

Comunicato CC 21/2018 – 4 novembre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La causa è il sistema capitalista che sottomette ogni cosa all’avidità di denaro che guida l’attività dei grandi gruppi imperialisti che ancora dominano le masse popolari e dirigono il sistema delle relazioni internazionali!

La sciagura che da vari giorni devasta il nostro paese e provoca morti e feriti non è un disastro naturale né un caso. È il risultato di anni di incuria del territorio e dei corsi d’acqua, di gestione capitalista dei boschi e delle riserve d’acqua, della proprietà privata capitalista delle terre, degli immobili, delle vie di comunicazione e delle infrastrutture. Responsabili del disastro sono i governi prima del CAF (Craxi-Andreotti-Forlani) e poi delle Larghe Intese tra Prodi il Privatizzatore e Berlusconi lo Speculatore che si sono succeduti negli ultimi quarant’anni e del sistema politico e sociale che li ha espressi e sostenuti. Continua a leggere

Annunci

È impossibile cambiare un paese rispettando i diritti acquisiti dei suoi tiranni

30 Ott

Comunicato CC 20/2018 – 29 ottobre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Cosa significa per M5S e per il governo M5S-Lega lasciar fare a British Petroleum il TAP

“Voi che volete cambiare il corso delle cose, non possedete le più elementari cognizioni delle leggi fatte dai promotori e fautori dell’attuale catastrofico corso delle cose. Noi invece ben le conosciamo e il governo M5S-Lega le deve osservare, altrimenti i loro magistrati ci condannano a pagare enormi pene pecuniarie”.

Ecco in sintesi il proclama di Giuseppe Conte ai cittadini di Melendugno e alle masse popolari italiane, ivi compresi i lavoratori licenziati osservando le leggi dei capitalisti e con l’approvazione dei loro magistrati.

La lettera aperta [https://www.facebook.com/LuigiDiMaio/] che venerdì 26 ottobre Giuseppe Conte, presidente del Consiglio dei Ministri del governo M5S-Lega, ha mandato ai cittadini di Melendugno, mette chiaramente in gioco la sorte del governo stesso, ancora più chiaramente di quanto l’ha messa in chiaro il comportamento che il governo ha tenuto dal 14 agosto a oggi di fronte al crollo del Ponte Morandi di Genova, nel rispetto delle leggi che tutelano gli interessi dei concessionari delle autostrade capeggiati dalla famiglia Benetton. A proposito di questo comportamento rimandiamo al Comunicato Rapido 2 (3 settembre 2018) e al Comunicato Rapido 3 (14 settembre 2018). Qui consideriamo il caso del TAP (Trans Adriatic Pipeline) che devasterà l’Adriatico, Melendugno Continua a leggere

I primi 7 Comunicati rapidi e i prossimi

26 Ott

Avviso ai naviganti 84

26 ottobre 2018

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

Per dirigere la propaganda e orientare l’attività ad allargare la breccia aperta dalla costituzione del governo provvisorio M5S-Lega.

Ad agosto il CC del (n)PCI ha incominciato a migliorare il suo sistema di direzione della propaganda e di orientamento dell’attività delle organizzazioni territoriali e di base del Partito, degli altri organismi della Carovana (in primo luogo il P.CARC) e degli organismi, gruppi e singoli compagni che in qualche misura sono influenzati dal Partito. Una delle misure è la diffusione di Comunicati rapidi: ognuno illumina Continua a leggere

23 Ott

Comunicato CC 19/2018 – 23 ottobre 2018 

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]
Il reddito di cittadinanza non basta! Un lavoro utile e dignitoso a ogni adulto abile al lavoro!

No alla vendita della Magneti Marelli a una società che ha sede in Giappone, proprietà di un fondo d’investimenti che ha sede negli USA!

Non c’è sovranità nazionale né benessere popolare né sicurezza personale senza direzione delle autorità italiane e dei lavoratori sulle attività economiche che si svolgono in Italia!

Nazionalizzare senza indennizzo le aziende che i capitalisti vogliono vendere, smembrare, ridurre, delocalizzare.

Organizzarsi e tenere aperte le aziende!
Continuare la produzione, estenderla anche ad attività diverse da quelle abituali, trasformare ogni azienda in un centro di attività politica, di iniziative sociali, di manutenzione del territorio e delle strutture, di formazione culturale e morale della zona!
Non bastano gli ammortizzatori sociali!

Mike Manley, il nuovo amministratore delegato di FCA, ha salutato la vendita alla Clasonic Kansei Corporation come “un’opportunità ideale per accelerare la crescita futura di Magneti Marelli Continua a leggere

I lavoratori devono tenere aperte le aziende!

13 Ott

Comunicato CC 18/2018 – 12 ottobre 2018 

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

I lavoratori devono continuare la produzione e trasformare ogni azienda in un centro di attività politica, di iniziative sociali, di manutenzione del territorio e delle strutture, di formazione culturale e morale della zona!

Non bastano gli ammortizzatori sociali!

La Hag-Splendid di Andezeno (TO) si aggiunge alla Bekaert di Figline Valdarno (FI), all’Embraco di Chieri (TO), alle centinaia di aziende che, da un capo all’altro della penisola, il capitalista (individuo, società per azioni o fondo di investimento che sia) smembra, delocalizza o chiude. Ogni capitalista tiene aperte le aziende e investe solo se conta di ricavarne il massimo profitto, Continua a leggere

Il nuovo Partito comunista italiano e il governo M5S-Lega

4 Ott

Comunicato CC 17/2018 – 3 ottobre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

 

Oggi cade il 14° anniversario della fondazione del nuovo Partito comunista italiano. Abbiamo fondato il Partito il 3 ottobre 2004 dopo che con un lavoro pluriennale avevamo creato le condizioni necessarie per farlo con scienza e coscienza. In particolare avevamo studiato, e sottoposto (con la rivista Rapporti Sociali, opuscoli, conferenze e riunioni) alla critica di tutti quelli che in quegli anni di preparazione vi erano interessati, i motivi che avevano impedito di instaurare il socialismo in Italia e negli altri paesi imperialisti nel corso della prima crisi generale del sistema imperialista mondiale, nella prima parte del secolo XX. La causa dell’insuccesso Continua a leggere

Lettera aperta del compagno Giuseppe Maj a proposito del colpo che la borghesia imperialista ha inferto alla sua famiglia

19 Set
Comunicato CC 16/2018 - 19 settembre 2018
[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Nell’ambito della guerra di sterminio non dichiarata che la borghesia imperialista conduce in tutto il mondo contro le masse popolari e che miete ogni giorno migliaia di vittime, il 6 settembre scorso “una bomba ha colpito la casa” di uno dei figli del compagno Giuseppe Maj, dirigente del (n)PCI e un adolescente di 14 anni, Igor Maj, è rimasto ucciso. Pubblichiamo qui di seguito la lettera aperta che il compagno Giuseppe Maj invia Continua a leggere