Appello del (nuovo)Partito comunista italiano

26 Ago

Comunicato CC 15/2016 – 26 agosto 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Contro

– il catastrofico corso delle cose
– la guerra con cui gli imperialisti cercano di sottomettere il mondo
– l’eccidio e la persecuzione degli immigrati
– l’incombente crisi del sistema bancario e l’asservimento al sistema monetario dell’euro e del dollaro
– la disoccupazione, la precarietà, l’emarginazione, la riduzione dell’assistenza sanitaria e del diritto alla casa e all’istruzione
– l’eliminazione dei diritti e delle conquiste strappate alla borghesia e al clero quando il movimento comunista era forte nel mondo
– la cancellazione anche formale della Costituzione del 1948, “sovietica” e frutto della Resistenza
– le mille angherie e sofferenze che la borghesia imperialista e il suo clero impongono all’umanità
– la devastazione della Terra inevitabile conseguenza del modo di produzione capitalista e i “disastri innaturali” che ne derivano

la sola via d’uscita è la rivoluzione socialista!

La rivoluzione socialista è la lotta con cui le masse popolari sovvertono il sistema politico e sociale fino a Continua a leggere

Onorare le vittime del terremoto di Amatrice, partecipando alla rivoluzione socialista! I morti non chiedono lacrime, chiedono vendetta!

25 Ago
Comunicato CC 14/2016 – 25 agosto 2016
[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Criminalità organizzata, Vaticano e borghesia imperialista hanno devastato e devasteranno il nostro paese fin quando non elimineremo la Repubblica Pontificia!
Cacciamo il governo degli assassini!

I morti e i feriti del terremoto di Amatrice non sono vittime di un disastro naturale. Sono vittime della criminalità della classe che domina, sfrutta e devasta il nostro paese. Con le opere antisismiche che da tempo un governo civile, responsabile del benessere della popolazione poteva e doveva fare, oggi nonostante le scosse sismiche non avremmo nessun morto da piangere, nessun ferito da curare, nessuna rovina a cui porre rimedio. Non prevenire è stato né casuale né frutto d’ignoranza. È il frutto di un’opera devastatrice che la borghesia imperialista e il suo clero compiono perseguendo i loro interessi. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 63 – Per partecipare alla rivoluzione socialista che il (n)PCI promuove nel nostro paese

28 Lug

28 luglio 2016 – (Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Studiare l’esperienza della prima ondata della rivoluzione proletaria

Relazione di Palmiro Togliatti sulla sconfitta del Fronte Popolare (1936-1939) e la fine della Repubblica Spagnola

Mettiamo a disposizione sul nostro sito http://www.nuovopci.it/scritti/varie/Togliatti_rel_spagna.html la relazione del 21 maggio 1939 al CE dell’IC stesa da Palmiro Togliatti, futuro capo dei revisionisti moderni che neanche dieci anni dopo, approfittando dei limiti della sinistra del PCI, riuscirono a far affogare la Resistenza nella Repubblica Pontificia sotto protettorato USA (NATO).

Togliatti era stato inviato in Spagna dal Comitato Esecutivo (CE) dell’Internazionale Comunista e dal luglio 1937 Continua a leggere

La Voce n. 53 – luglio 2016

25 Lug

La Voce n. 53

in formato PDFFormato Open OfficeFormato Word


La copertinaLa quarta di copertina

Indice degli articoli:

Ai comunisti, a tutti quelli che vogliono porre fine al catastrofico corso delle cose e instaurare il socialismo!

A un anno dal IV Congresso nazionale del Partito dei Comitati di Appoggio alla Resistenza – per il Comunismo

Cosa succede negli USA? Cosa succede
nell’UE?Cosa succede nel mondo? Cosa vogliamo far
succedere?

La rivoluzione socialista in corso

Sono gli uomini che fanno la loro storia!

Sono le masse popolari, non i capitalisti che fanno la storia!

Governo di Blocco Popolare, rivoluzione
socialista, Guerra Popolare Rivoluzionaria

Il partito clandestino

Il socialismo, la democrazia borghese e la democrazia proletaria

Alle origini del primo Partito comunista italiano (PCI)

Per i frequentatori delle attività  di Rete dei Comunisti

L’apparenza e il nesso tra eventi e fenomeni

Una lettera di Marx a Ludwig Kugelmann

I comunisti e la sinistra

Perché oggi in Italia ci devono essere due partiti di comunisti?

Per il bilancio del Fronte Popolare in
Spagna
(febbraio 1936 – aprile 1939)

Contributo alla rinascita del movimento comunista
nel mondo

Manifiesto Programa del (nuevo) Partido comunista italiano
Presentazione della traduzione in castigliano

La seconda ondata della rivoluzione
proletaria mondiale

La quarta di copertina
Comunicati – Avvisi ai naviganti – Rapporti Sociali – Caccia allo sbirro

Cosa succede negli USA? Cosa succede nell’UE? Cosa succede nel mondo? Cosa vogliamo far succedere?

11 Lug

Comunicato CC 13/2016 – 11 luglio 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

L’uccisione dei poliziotti di Dallas e l’anticipata partenza del Presidente USA dal vertice della NATO in corso a Varsavia hanno richiamato su grande scala l’attenzione sulla crisi del sistema politico borghese USA e sulla crisi sociale che la determina. La decisione annunciata a Varsavia dal vertice NATO che le soldataglie della Comunità Internazionale dei gruppi europei, americani e sionisti (CI) continueranno a devastare l’Afghanistan, sottintende che la CI continuerà le guerre che ha in corso in Africa, in Asia e in America Latina Continua a leggere

Brexit – Approfittare di ogni difficoltà dei gruppi imperialisti per avanzare nell’organizzazione delle masse popolari!

27 Giu

Comunicato CC 12/2016 – 26 giugno 2016

Fare di ogni lotta rivendicativa e di ogni protesta l’occasione per costituire organizzazioni operaie e popolari!

 

Per rompere davvero con l’UE, la BCE, la NATO bisogna che nei singoli paesi gli operai e le altre classi delle masse popolari si organizzino capillarmente fino a creare e sostenere un proprio governo di emergenza. Senza questa condizione ogni proposito di rottura non ha gambe per camminare e prometterlo è imbroglio o ingenuità: il governo Syriza in Grecia lo ha dimostrato a tutti!

 

Il Brexit, l’esito del referendum di giovedì 23 giugno e l’uscita della Gran Bretagna dall’Unione Europea sono l’argomento all’ordine del giorno nell’apparato di propaganda di regime e nei circoli della sinistra borghese.

È certo che nei mesi a venire i vertici della UE e della BCE (Banca Centrale Europea) e della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti (CI) useranno in ogni paese europeo e negli USA il Brexit per giustificare una persecuzione più feroce degli emigranti e il peggioramento delle condizioni delle masse popolari.

La sinistra borghese è intrisa di illusioni nella democrazia borghese, riduce la crisi generale del capitalismo a problemi relativi alle sue strutture e al loro funzionamento (crisi strutturale) e rifiuta l’idea Continua a leggere

Costituire ovunque OO e OP e orientarle ad agire da nuove autorità pubbliche, da centri locali del nuovo potere fino a costituire il GBP!

21 Giu

Comunicato CC 11/2016 – 21 giugno 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Sostenere e valorizzare tutte le lotte rivendicative e le proteste delle masse popolari!

Far contribuire anche la sinistra borghese di nuovo stampo alla guerra popolare rivoluzionaria: formare Amministrazioni Comunali d’Emergenza!
Propagandare il socialismo! Avanti nel consolidamento e rafforzamento della Carovana del (nuovo)Partito comunista!

L’esito delle elezioni amministrative, e in particolare la vittoria delle candidature di De Magistris a Napoli, di Virginia Raggi a Roma, di Chiara Appendino a Torino e di candidati M5S in diciannove altri centri con più di 15 mila abitanti, ha creato una situazione più favorevole al nostro lavoro. La sconfitta del PD di Matteo Renzi e del suo sistema di Larghe Intese con la banda Berlusconi e la Lega Nord, rende più difficile ai vertici della Repubblica Pontificia governare il paese Continua a leggere

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 38 follower