Due concezioni opposte della storia dell’umanità a confronto

18 Set

Comunicato CC 18/2016 – 18 settembre 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

 

Carlo Azeglio Ciampi è uno dei “grandi uomini” che hanno portato l’Italia sull’attuale catastrofico corso delle cose: che la loro memoria sia maledetta e la loro opera travolta e cancellata dalla rivoluzione socialista!

L’assassinio di Abd Elsalam giovedì 15 settembre a Piacenza e di Giacomo Campo sabato 17 a Taranto sono immagini esemplari del cammino su cui con imbrogli e manovre quei “grandi uomini” e i loro complici hanno costretto il nostro paese! Continua a leggere

Rapporti Sociali n. 5/6, gennaio 1990

12 Set

INDICE

Presentazione

Il crollo del revisionismo moderno

I revisionisti moderni nei paesi imperialisti

I revisionisti moderni nei paesi socialisti

I gruppi revisionisti dei paesi socialisti e la borghesia imperialista

Il futuro dei paesi socialisti Continua a leggere

La putrefazione della Repubblica Pontificia, l’AC di Roma e la costituzione del Governo di Blocco Popolare

10 Set

Comunicato CC 17/2016 – 10 settembre 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Valorizzare l’Amministrazione Comunale Raggi per far fare un passo avanti alla rivoluzione socialista!

A Roma il ballottaggio del 19 giugno ha suonato la fine della successione di AC dei partiti delle Larghe Intese (centro-destra e centro-sinistra a rimorchio dei primi). Sono i partiti che da anni aggirano la Costituzione del 1948 e forniscono la maggioranza parlamentare ai governi della Repubblica Pontificia e all’amministrazione statale che sfrutta e devasta l’intero paese: ora hanno perso il Comune della capitale della RP. La struttura amministrativa di Mafia Capitale è caduta nelle mani del Movimento Cinque Stelle. Da allora due sono le vie oggettivamente percorribili Continua a leggere

Con la rivoluzione socialista cacceremo il governo degli assassini!

30 Ago

30 agosto 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Boia in abiti da cerimonia e cappellani viaggiano in tandem. Amatrice: dopo le autorità dello Stato della criminalità organizzata, arriva il Papa! Per le misure antisismiche “non ci sono i soldi”: chi paga i viaggi del Papa in Italia e all’estero e le spese della Corte Pontificia?

Dopo aver avuto le visite di Mattarella, Renzi, Grasso e Boldrini, i sopravvissuti del terremoto di Amatrice avranno anche la visita del Papa: ha annunciato che appena il cerimoniale sarà pronto visiterà i terremotati e dopo Woityla e Ratzinger gli abitanti sopravvissuti di Amatrice e dintorni avranno anche la visione di Bergoglio. Poi incomincerà il grande affare della ricostruzione annunciato da Delrio e Vespa e diretto probabilmente da Vasco Errani e quanto alla corruzione protetto dall’Anticorruzione, come lo siamo stati dalla mafia che protetta dall’Antimafia di Grasso & C si è sviluppata come mai prima, fino a Mattarella al Quirinale, Alfano agli Interni e a Mafia Capitale. Continua a leggere

Appello del (nuovo)Partito comunista italiano

26 Ago

Comunicato CC 15/2016 – 26 agosto 2016

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Contro

– il catastrofico corso delle cose
– la guerra con cui gli imperialisti cercano di sottomettere il mondo
– l’eccidio e la persecuzione degli immigrati
– l’incombente crisi del sistema bancario e l’asservimento al sistema monetario dell’euro e del dollaro
– la disoccupazione, la precarietà, l’emarginazione, la riduzione dell’assistenza sanitaria e del diritto alla casa e all’istruzione
– l’eliminazione dei diritti e delle conquiste strappate alla borghesia e al clero quando il movimento comunista era forte nel mondo
– la cancellazione anche formale della Costituzione del 1948, “sovietica” e frutto della Resistenza
– le mille angherie e sofferenze che la borghesia imperialista e il suo clero impongono all’umanità
– la devastazione della Terra inevitabile conseguenza del modo di produzione capitalista e i “disastri innaturali” che ne derivano

la sola via d’uscita è la rivoluzione socialista!

La rivoluzione socialista è la lotta con cui le masse popolari sovvertono il sistema politico e sociale fino a Continua a leggere

Onorare le vittime del terremoto di Amatrice, partecipando alla rivoluzione socialista! I morti non chiedono lacrime, chiedono vendetta!

25 Ago
Comunicato CC 14/2016 – 25 agosto 2016
[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Criminalità organizzata, Vaticano e borghesia imperialista hanno devastato e devasteranno il nostro paese fin quando non elimineremo la Repubblica Pontificia!
Cacciamo il governo degli assassini!

I morti e i feriti del terremoto di Amatrice non sono vittime di un disastro naturale. Sono vittime della criminalità della classe che domina, sfrutta e devasta il nostro paese. Con le opere antisismiche che da tempo un governo civile, responsabile del benessere della popolazione poteva e doveva fare, oggi nonostante le scosse sismiche non avremmo nessun morto da piangere, nessun ferito da curare, nessuna rovina a cui porre rimedio. Non prevenire è stato né casuale né frutto d’ignoranza. È il frutto di un’opera devastatrice che la borghesia imperialista e il suo clero compiono perseguendo i loro interessi. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 63 – Per partecipare alla rivoluzione socialista che il (n)PCI promuove nel nostro paese

28 Lug

28 luglio 2016 – (Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Studiare l’esperienza della prima ondata della rivoluzione proletaria

Relazione di Palmiro Togliatti sulla sconfitta del Fronte Popolare (1936-1939) e la fine della Repubblica Spagnola

Mettiamo a disposizione sul nostro sito http://www.nuovopci.it/scritti/varie/Togliatti_rel_spagna.html la relazione del 21 maggio 1939 al CE dell’IC stesa da Palmiro Togliatti, futuro capo dei revisionisti moderni che neanche dieci anni dopo, approfittando dei limiti della sinistra del PCI, riuscirono a far affogare la Resistenza nella Repubblica Pontificia sotto protettorato USA (NATO).

Togliatti era stato inviato in Spagna dal Comitato Esecutivo (CE) dell’Internazionale Comunista e dal luglio 1937 Continua a leggere