Avviso ai naviganti 85

11 Gen

10 gennaio 2019

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

La parte decisiva del nostro lavoro nell’anno appena incominciato

In proposito proponiamo lo studio dell’intervista di Resistenza a Manuela Maj, Responsabile Nazionale del Lavoro Operaio e sindacale (LOes) del P.CARC

La Dichiarazione Generale e le tre Risoluzioni proposte al V Congresso del Partito dei CARC (Risoluzione n. 1 – Moltiplicare le organizzazioni operaie e popolari, rafforzarle, coordinarle e orientarle a costituire un loro governo d’emergenza, Risoluzione n. 2 – Elevare il livello del partito e allargare la nostra rete. Diventare un partito di quadri e di massa, Risoluzione n. 3 – Sviluppare la propaganda del socialismo) sono consultabili e scaricabili dal sito http://www.carc.it. Continua a leggere

Annunci

Rafforzato il Centro del Partito per accelerare la rinascita del movimento comunista

6 Gen

Comunicato CC 1/2019 – 6 gennaio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Nel XX anniversario della creazione
della Commissione Preparatoria del Congresso di fondazione
del (nuovo) Partito comunista italiano,

rafforzato il Centro del Partito per accelerare la rinascita del movimento comunista e per cogliere le opportunità che la breccia aperta nel sistema politico della Repubblica Pontificia offre per far avanzare la rivoluzione che instaurerà in Italia il socialismo, prima fase del comunismo!

  

In Italia il 2018 è stato l’anno dell’apertura di una breccia nel sistema politico con cui la borghesia imperialista da quarant’anni a questa parte impone alle masse popolari il suo programma comune: l’insieme di misure con le quali essa prolunga l’agonia del suo sistema sociale Continua a leggere

Osare lottare! Osare vincere!

28 Dic

  (nuovo)Partito comunista italiano

Sito: http://www.nuovopci.it

Comunicato CC 25/2018 – 28 dicembre 2018

L’augurio del (n)PCI per il nuovo anno

Il comunismo è il futuro dell’umanità!

Al posto della società borghese con le sue classi e i suoi antagonismi di classe, subentrerà un’associazione nella quale il libero sviluppo di ogni individuo sarà la condizione del libero sviluppo di tutti.

Osare lottare! Osare vincere!

  

L’anno che sta per finire ha segnato anche in Italia una svolta nella lotta politica. Chi non lo capisce, è fuori strada. Con il voto del 4 marzo le masse popolari hanno posto fine alla successione oramai quarantennale di governi: prima del CAF (Craxi-Andreotti-Forlani) e poi delle Larghe Intese tra il PD di Prodi (e dei suoi successori fino a Renzi e Gentiloni) e le formazioni radunate da Berlusconi. Erano i governi delle Larghe Intese tra partiti e coalizioni per attuare anche in Italia il programma con cui la borghesia imperialista in tutto il mondo (portabandiera del nuovo corso furono alla fine degli anni ’70 Ronald Reagan (USA), Margareth Thatcher (Gran Bretagna) e Papa Woityla) fa fronte alla sua crisi creando degrado sociale e ambientale senza fine. Erano i governi tesi ad eseguire le misure dettate per l’Italia dall’Unione Europea dei gruppi imperialisti italiani, francesi, tedeschi e degli altri paesi coalizzati tra loro contro le masse popolari. Continua a leggere

Manifestare contro la sottomissione del governo M5S-Lega ai gruppi imperialisti italiani, alla BCE e all’UE, alla Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, USA e sionisti e al suo sistema finanziario

18 Dic

Comunicato CC 24/2018 – 18 dicembre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Che l’opera dei Gilet gialli in Francia sia un esempio per le masse popolari di tutti gli altri paesi europei!

Allargare la breccia aperta dalle masse popolari nel sistema politico del nostro paese con il voto del 4 marzo!

Promuovere l’organizzazione dei lavoratori avanzati in ogni azienda capitalista e pubblica, in ogni istituzione civile e militare, in ogni quartiere e paese!

Nonostante le vanterie di Matteo Salvini e i proclami di Luigi Di Maio, le promesse elettorali del M5S e della Lega Continua a leggere

Allargare la breccia aperta dalle masse popolari nel sistema politico borghese con il voto del 4 marzo!

1 Dic

Comunicato CC 23/2018 – 30 novembre 2018 Leggi La Voce 60 del (nuovo)PCI

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

  

Il nuovo numero di La Voce è disponibile sul sito del Partito! Riprodurlo, leggerlo e diffonderlo!

I primi sei mesi del governo M5S-Lega (giugno-novembre) sono culminati nella trasformazione in legge del Decreto Legge Salvini sulla Sicurezza. È emerso chiaramente il disegno reazionario impersonato da Matteo Salvini, un personaggio che, messo alle strette, ammette di aver ricevuto da Umberto Bossi “la voglia, il coraggio e le idee” per incominciare la sua carriera e interpretare il suo ruolo. Gli immigrati, gli occupanti di case, i proletari espulsi dal lavoro e gli emarginati sono i bersagli contro i quali cerca di deviare l’indignazione e la rivolta delle masse popolari Continua a leggere

Basta con l’asservimento del popolo italiano a un pugno di finanzieri e speculatori italiani, americani, europei e di altri paesi, con la scusa del Debito Pubblico!

23 Nov

Comunicato CC 22/2018 – 22 novembre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

 

Nessuna azienda deve essere chiusa, smembrata, ridotta di dimensioni, venduta a gruppi stranieri.

Far valere la sovranità nazionale iscritta nella Costituzione del 1948, contro il Vaticano, la Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti e le loro istituzioni UE, BCE, FMI, NATO!

Il primo paese che spezzerà le catene della Comunità Internazionale aprirà la via anche alle masse popolari degli altri paesi, per un avvenire di solidarietà, collaborazione e scambi tra popoli e nazioni.

Prima i governi del CAF (Craxi, Andreotti, Forlani), poi quelli delle Larghe Intese (Prodi il Privatizzatore, D’Alema l’Jugoslavo, Amato, Berlusconi, Renzi e complici), hanno asservito il popolo italiano al sistema finanziario internazionale. Hanno eliminato le conquiste che avevamo strappato negli anni precedenti, privatizzato il sistema industriale pubblico, lasciato andare in malora aziende, strutture e infrastrutture (la FIAT da Termini Imerese a Torino e il Ponte Morandi di Genova sono i simboli, le devastazioni prodotte da pochi giorni di pioggia e vento Continua a leggere

Non sono le piogge torrenziali e i venti violenti la causa della devastazione del nostro paese!

5 Nov

Comunicato CC 21/2018 – 4 novembre 2018

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La causa è il sistema capitalista che sottomette ogni cosa all’avidità di denaro che guida l’attività dei grandi gruppi imperialisti che ancora dominano le masse popolari e dirigono il sistema delle relazioni internazionali!

La sciagura che da vari giorni devasta il nostro paese e provoca morti e feriti non è un disastro naturale né un caso. È il risultato di anni di incuria del territorio e dei corsi d’acqua, di gestione capitalista dei boschi e delle riserve d’acqua, della proprietà privata capitalista delle terre, degli immobili, delle vie di comunicazione e delle infrastrutture. Responsabili del disastro sono i governi prima del CAF (Craxi-Andreotti-Forlani) e poi delle Larghe Intese tra Prodi il Privatizzatore e Berlusconi lo Speculatore che si sono succeduti negli ultimi quarant’anni e del sistema politico e sociale che li ha espressi e sostenuti. Continua a leggere