Archivio | dicembre, 2013

Avviso ai naviganti 36 – I comunisti, il Movimento dei Forconi, la sinistra borghese e i dogmatici

31 Dic

 

29 dicembre 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

 Il movimento dei Forconi ha spaventato la sinistra borghese e ha messo in difficoltà i dogmatici
I comunisti possono e devono da subito promuovere l’egemonia della classe operaia nella lotta di tutte le classi delle masse popolari per sfuggire alla catastrofe e fare dell’Italia un nuovo paese socialista

Come ha giustamente fatto osservare Resistenza, il foglio mensile del Partito dei CARC, in un articolo del numero di gennaio appena comparso da cui qui largamente e liberamente attingiamo, tra i molti effetti positivi del Movimento dei Forconi (Coordinamento 9 Dicembre) non ultimo vi è quello di aver indotto a discutere di linea, e forse anche a riflettere, una serie di organismi che sono o almeno vorrebbero essere e comunque si presentano come promotori della mobilitazione delle masse popolari contro l’attuale corso delle cose imposto nel nostro paese dai vertici della Repubblica Pontificia e a livello mondiale dalla Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti. Continua a leggere

Annunci

Avviso ai naviganti 35 – Non è un tweet! Ma non è a metri che si misura il pensiero!

15 Dic

15 dicembre 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

A chi vuole capire il corso delle cose e dargli una direzione giusta.

Certamente una parte dei destinatari del nostro messaggio si ritrarrà scoraggiata dalla lunghezza del testo. Vorrebbero un prêt-à-porter, un tweet o un sms. Ma non esiste niente del genere. Chi vuole capire, chi vuole orientarsi, chi vuole essere capace di orientare, chi vuole dirigere e non essere menato per il naso, deve capire. Capire il corso delle cose è possibile ed è possibile anche fargli cambiare direzione. Ma per capire quello che le classi dominanti cercano in mille modi di nascondere e confondere, bisogna Continua a leggere

Ancora sul movimento dei Forconi e del Coordinamento 9 dicembre

14 Dic

Comunicato CC 43/2013 – 14 dicembre 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Le Organizzazioni Operaie e Popolari devono costituire un governo
d’emergenza e farlo ingoiare ai vertici della Repubblica Pontificia!

Questa è il primo passo per cambiare il corso delle cose
Questo è il primo salto di qualità della rivoluzione che instaurerà il socialismo,
l’unica soluzione che metterà fine al capitalismo e alla sua crisi!

Al movimento dei Forconi alcuni hanno rinfacciato di non avanzare rivendicazioni, di non fare richieste precise, di non indicare obiettivi. Tra quelli che hanno assunto un simile atteggiamento di superiorità risalta, per l’importante ruolo politico che ricopre, Maurizio Landini, il segretario della FIOM, reduce dall’udienza che i ministri Enrico Giovannini (Lavoro) e Flavio Zanonato (Sviluppo) hanno accordato a lui e alla Continua a leggere

Ribellarsi è giusto! Viva la ribellione delle masse popolari!

11 Dic

Comunicato CC 42/2013 – 11 dicembre 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

 

Abbasso il governo delle rapine e delle tasse!

Abbasso le autorità della Repubblica Pontificia!

Facciamola finita con la prepotenza di banche, assicurazioni e monopoli!

La protesta contro le istituzioni della Repubblica Pontificia dilaga da un capo all’altro del paese, si allarga a strati via via più vasti della popolazione. Contro la rapina economica, la disgregazione sociale e la devastazione del paese si mobilitano tutti i lavoratori dipendenti e autonomi, gli immigrati, gli studenti, i pensionati, le casalinghe e persino quei capitalisti che non godono dei profitti e dei benefici del capitale finanziario. È un movimento che fa crescere in ogni città e in ogni paese una ventata di speranza di “farla finita” con l’oppressione della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti, con la loro Troika e le loro guerre. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 34

4 Dic

3 dicembre 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

A tutti quelli che si dichiarano comunisti e vogliono instaurare il socialismo nel nostro paese e contribuire così alla seconda ondata delle rivoluzione proletaria!

In questi giorni individui e gruppi animati dalla sincera volontà di essere comunisti sono in gran fermento, pullulano riunioni, convegni, iniziative, dibattiti e congressi per costituire organismi comunisti e per “unire i comunisti”. Nel giro di poche settimane vi sarà il congresso del PRC (6-8 dicembre 2013), l’assemblea costitutiva di Ross@ (14-15 dicembre 2013), il congresso del PCL (3-6 gennaio 2014), il congresso di CSP-PC (17-19 gennaio 2014).

A tutti quelli che si dichiarano comunisti dovrebbe essere chiaro che dalla crisi attuale usciremo solo instaurando il socialismo: cioè imponendo un sistema di potere che ha come suoi organi locali le organizzazioni operaie e popolari (OO e OP) e sostituendo all’azienda capitalista che produce merci per fare profitti l’agenzia pubblica che produce beni e servizi per soddisfare i bisogni individuali e collettivi della popolazione, all’anarchia di interessi la pianificazione della produzione e delle attività, alla concorrenza tra paesi la collaborazione internazionale con tutti i paesi disposti a collaborare con noi. Continua a leggere