Archivio | ottobre, 2020

Da Napoli a Torino, da Milano a Roma, esplode la protesta delle masse popolari contro il governo Conte 2 asservito alla Confindustria e ai gruppi finanziari!

29 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 65 del (n)PCI

Comunicato CC 31/2020 – 29 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Da Napoli a Torino, da Milano a Roma, esplode la protesta delle masse popolari contro il governo Conte 2 asservito alla Confindustria e ai gruppi finanziari!

Operai in lotta ovunque: dai metalmeccanici, alla logistica, ai servizi: la mobilitazione si allarga!

Whirlpool è l’evento sintetico dello scontro di classe in corso!

Che la protesta prenda la via della costruzione di un’alternativa politica e sociale al sistema della borghesia imperialista, causa del catastrofico corso delle cose!

Il sistema politico e sociale della borghesia è in sfacelo. Dobbiamo sviluppare il potere delle masse popolari organizzate! Il malcontento, l’insofferenza e l’indignazione delle masse popolari esplodono in rivolte. È principalmente un segnale positivo. I fatti di Napoli 23 e 24 ottobre e del 26 ottobre a Torino si ripeteranno: la repressione non basterà a soffocare l’esplosione. Continua a leggere

Che la protesta prenda la via della costruzione di un’alternativa politica e sociale al sistema della borghesia imperialista…

25 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 65 del (n)PCI

Comunicato CC 30/2020 – 25 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La situazione si fa sempre più drammatica e caotica. Il sistema politico e sociale della borghesia è in sfacelo. Dobbiamo sviluppare il potere delle masse popolari organizzate!

Che la protesta prenda la via della costruzione di un’alternativa politica e sociale al sistema della borghesia imperialista, causa del catastrofico corso delle cose, in definitiva dipende e dipenderà da noi, da ognuno di noi!

Il malcontento, l’insofferenza e l’indignazione delle masse popolari esplodono in rivolte. È principalmente un segnale positivo. I fatti di Napoli 23 e 24 ottobre si ripeteranno: la repressione non basterà a soffocare l’esplosione. Ogni forza politica e ogni gruppo organizzato cerca di approfittarne a proprio vantaggio: dai gruppi avventuristi e imbroglioni delle Larghe Intese (Lega, Fratelli d’Italia), agli scimmiottatori del fascismo del secolo scorso (CasaPound, Forza Nuova e altri), alla malavita organizzata. Sta invece a noi comunisti far diventare il malcontento, l’insofferenza e l’indignazione delle masse popolari e le loro ribellioni una forza che instaura il socialismo. Continua a leggere

Perché il movimento comunista che nel secolo scorso aveva assunto nel mondo intero la direzione dello sviluppo dell’umanità, si è ridotto in Europa al livello attuale?

22 Ott

Comunicato CC 29/2020 – 22 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Ai promotori e attivisti delle “costituenti comuniste”

Perché il movimento comunista che nel secolo scorso aveva assunto nel mondo intero la direzione dello sviluppo dell’umanità, si è ridotto in Europa al livello attuale?

Cosa devono fare quelli che sono coscienti che la sua rinascita è necessaria?

Per far rinascere il movimento comunista, la coscienza della sua necessità e la buona volontà non bastano, tanto meno basta l’unità organizzativa di tutti quelli che si dichiarano comunisti. Occorre individuare le cause dell’esaurimento della prima ondata della rivoluzione socialista (1917-1976) e giovarsi delle lezioni che ne derivano. Continua a leggere

Appello agli attivisti e agli esponenti del M5S che vogliono risalire la china e riconquistare il seguito popolare…

13 Ott

Comunicato CC 28/2020 – 12 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Il nostro avvenire dipende da noi!

Appello agli attivisti e agli esponenti del M5S che vogliono risalire la china e riconquistare il seguito popolare che il M5S ha perso dopo il successo del 2018 perché si è sottomesso ai vertici della Repubblica Pontificia collaborando prima con la Lega di Matteo Salvini e poi con il PD di Nicola Zingaretti

Il primo paese imperialista che romperà le catene della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, USA e sionisti aprirà la via anche alle masse popolari degli altri paesi e si gioverà del loro appoggio!

La pandemia ha fatto deflagrare la crisi economica, ambientale, culturale e sociale che si sviluppava da tempo. Contro la pandemia le autorità della Repubblica Pontificia (RP) non hanno adottato e non adottano adeguati mezzi e misure di cura e di prevenzione (la medicina territoriale e di base, la protezione degli anziani e degli immunodeficienti, la moltiplicazione dei posti per terapia intensiva, la messa a punto del vaccino). Si profondono invece in pie esortazioni e ne approfittano per ostacolare la mobilitazione delle masse popolari Continua a leggere

Il Partito comunista deve essere clandestino!

3 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 65 del (n)PCI

Comunicato CC 27/2020 – 3 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Il Partito comunista deve essere clandestino!

È anche una delle lezioni pratiche della prima ondata della rivoluzione socialista

Tanti sono i partiti e gli organismi che contribuiscono alla rivoluzione socialista in corso in Italia e ancora più saranno: essi compongono il movimento comunista cosciente e organizzato!

La solidarietà di classe è l’arma che la borghesia più teme!

Cade oggi il 16° anniversario della fondazione del (nuovo) Partito comunista italiano. Approfittiamo di questa scadenza per richiamare l’attenzione di tutti quelli che nel nostro paese vogliono veramente, cioè non solo in dichiarazioni di circostanza ma nella pratica, porre fine al catastrofico corso delle cose che la borghesia imperialista impone, sui tratti che distinguono il (nuovo)Partito comunista italiano dai partiti, gruppi e aggregazioni di vario genere che anch’essi si dichiarano comunisti o comunque in qualche modo si sono proposti di ricostruire il partito comunista. Continua a leggere