Archivio | giugno, 2013

Da Brasilia a Pomigliano!

24 Giu

Comunicato CC 27/2013 – 24 giugno 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

 

Succedono in questi giorni fatti di grande importanza. Non nel senso che decidono quale strada prenderemo. Ma di grande importanza per le lezioni che danno a noi comunisti e a tutti quelli che nel campo delle masse popolari cercano una via d’uscita alla crisi del capitalismo.

1. La crisi del capitalismo è generale. Le rivolte in corso in Turchia e in Brasile ci confermano questa verità.

Esse smentiscono la tesi che i paesi emergenti (BRICS e altri) sono esclusi dalla crisi del capitalismo, che quindi non sarebbe generale. Tesi che si basa sul fatto che nei paesi che il capitale della Comunità dei paesi imperialisti europei, americani e sionisti ha invaso negli anni passati, il PIL cresce a ritmi vistosi. Tesi che ha qui da noi il grande ruolo pratico di facilitare la strada a varie linee politiche che deviano le masse popolari dei paesi imperialisti verso l’aggressione di altri paesi distogliendole dalla lotta di classe. La colpa della crisi che le colpisce è della Germania, della Cina, ecc. ecc., di tutti salvo che della borghesia imperialista del proprio paese e della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti di cui essa fa parte. Continua a leggere

Contro il licenziamento di Sandi Volk!

24 Giu

Dichiarazione – 24 giugno 2013

 

 

Contro la liquidazione della “Sezione storia della Biblioteca slovena di Trieste”!

Contro la riabilitazione del fascismo!

Per la rinascita del movimento comunista!

 

Il nuovo Partito comunista italiano, appreso il licenziamento di Sandi Volk dalla “Biblioteca slovena di Trieste”, dichiara la sua solidarietà al compagno e chiede a tutte le proprie organizzazioni e ai propri simpatizzanti della regione e del resto del paese di fare il massimo di cui sono capaci per la reintegrazione del compagno e per il rafforzamento del lavoro suo e della “Sezione storia” a difesa della memoria e delle conquiste del movimento comunista e della Resistenza.

Il licenziamento di Sandi Volk e la liquidazione della “Sezione storia” si inquadrano nella tendenza alla riabilitazione del fascismo e alla denigrazione del movimento comunista che ha preso piede in Italia (grazie alla sinistra borghese: Violante, Napolitano, ecc.) e in Slovenia. Sandi Volk e la “Sezione storia” hanno con vigore contrastato la versione fascista delle foibe e della lotta contro il fascismo: questo il loro reato.

 

Chiamiamo tutte le organizzazioni progressiste a contrastare con tutti i mezzi di cui dispongono il licenziamento di Sandi Volk e la liquidazione della “Sezione storia della Biblioteca slovena di Trieste”.

 

Contrastiamo la riabilitazione del fascismo e la denigrazione del movimento comunista!

Lavoriamo per la rinascita del movimento comunista!

 

 

 

Inviare messaggi di solidarietà a Sandi Volk ai seguenti indirizzi:

 

Unione sindacale di base – Friuli Venezia Giulia – trieste@usb.it

                                              

 

Sandi Volk – sandivolk@virgilio.it

 

Ai promotori, aderenti e partecipanti dell’Assemblea del 22 giugno a Firenze

16 Giu

Comunicato CC 26/2013 – 16 giugno 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

 

La crisi del capitalismo affonda sempre più l’Italia, l’Europa e il mondo intero in un baratro di miseria, abbrutimento e sangue.

Le masse popolari organizzate possono e devono porre fine a questo corso delle cose, instaurando il socialismo!

È un’impresa complessa e difficile! Certo, ma è un percorso fatto di un passo dopo l’altro. Qual è il passo da fare oggi?

 

Con l’Assemblea del 22 giugno a Firenze, il Cobas Richard Ginori di Sesto Fiorentino e il Comitato di Resistenza Operaia IRISBUS di Avellino si propongono di continuare l’opera incominciata dall’Assemblea del 6 aprile a Grottaminarda: Continua a leggere

Viva la sollevazione delle masse popolari turche e kurde!

7 Giu

Comunicato CC 25/2013 – 7 giugno 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

I portavoce coerenti delle masse popolari del nostro paese salutano con gioia la sollevazione delle masse popolari in Turchia e augurano loro la vittoria più ampia contro il regime di Erdogan e contro la Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti. Le manifestazioni di solidarietà con le masse popolari turche e kurde in rivolta rafforzano la loro lotta, ma rafforzano anche la lotta delle masse popolari del nostro paese contro l’illegittimo e illegale governo Letta-Napolitano-Berlusconi e alimentano nel nostro paese il movimento per costituire un governo d’emergenza delle Organizzazioni Operaie e Popolari, il Governo di Blocco Popolare. Le lotte delle masse popolari del nostro paese rafforzano anche la sollevazione delle masse popolari in Turchia. Continua a leggere