Archivio | Avviso ai naviganti RSS feed for this section

Avviso ai naviganti 80

18 Feb

18 febbraio 2018

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

 

Lenin sul comunismo “di sinistra”

Appello agli operai membri e seguaci di AsLO-Operai Contro

Gli operai per liberare se stessi dal capitalismo devono mobilitare e guidare le altre classi oppresse a porre fine al sistema capitalista, rendersi indipendenti dai capitalisti e legare a sé le altre classi oppresse e sfruttate delle masse popolari!

 

La polemica tra Partito dei CARC e Operai Contro mette in gioco due divergenti concezioni del mondo e della lotta di classe: una secondo la quale gli operai per liberarsi dal capitalismo devono mobilitare e guidare tutte le classi oppresse e l’altra secondo la quale gli operai dovrebbero rendersi indipendenti dalle masse popolari e pensare solo a se stessi.

“Voi sembrate a voi stessi “terribilmente rivoluzionari”, cari astensionisti e antiparlamentaristi, ma in realtà vi siete spaventati per le difficoltà relativamente piccole della lotta contro le influenze borghesi in seno al movimento operaio, mentre la vostra vittoria – cioè l’abbattimento della borghesia e la conquista del potere politico da parte del proletariato – creerà quelle stesse difficoltà in misura ancora maggiore, incommensurabilmente maggiore. Vi siete spaventati come bambini per una piccola difficoltà che oggi vi sta di fronte, e non capite che, domani o dopodomani, dovrete pure imparare, imparare a fondo, a vincere le stesse difficoltà, in proporzioni incommensurabilmente maggiori” (Lenin, Conclusioni sbagliate da giuste premesse, cap. 4 dell’Appendice di L’“estremismo”, malattia infantile del comunismo).

 

Con queste parole Lenin nel maggio 1920 si rivolgeva ai comunisti “di sinistra” italiani dell’epoca, in particolare ad Amadeo Bordiga, futuro primo segretario generale del Partito comunista italiano (che sarebbe nato otto mesi dopo, il 21 gennaio 1921 a Livorno) e caposcuola in Italia di molte “piccole chiese” (ci gioviamo dell’espressione usata da Operai Contro a proposito dei gruppi marxisti-leninisti nelle sue discussioni con Piattaforma Comunista) a una delle quali facevano capo, quanto a concezione del mondo e della lotta di classe, coloro che quarant’anni fa fondarono Operai Contro e a cui fanno sostanzialmente capo ancora oggi i dirigenti di Operai Contro e dell’Associazione per la Liberazione degli Operai (AsLO), fautori di un “partito indipendente degli operai”, oltre che vari dirigenti di sindacati alternativi e di base.

Operai Contro nasce a metà degli anni ’70 dalla dissoluzione del Partito Comunista (marxista-leninista) Italiano – Servire il popolo e per capire le caratteristiche del gruppo e la logica dell’attività che ha svolto è necessario Continua a leggere

Annunci

Il VII Reparto Mobile di Bologna, Tonelli e la Uno Bianca

14 Feb

Avviso ai naviganti 79

14 febbraio 2018

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

Il vero oggetto e il contesto dell’udienza del prossimo 21 febbraio

contro il sito Vigilanza Democratica

Il prossimo 21 febbraio (ore 14) al Tribunale di Milano si svolgerà la nuova udienza (giudice Paola Maria Braggion) del processo per diffamazione del VII Reparto Mobile di Bologna intentato dall’agente di polizia Vladimiro Rulli contro la compagna Rosalba del Partito dei CARC intestataria del sito Vigilanza Democratica.

Rulli è solo una pedina usata per attaccare Vigilanza Democratica e la lotta contro gli abusi di polizia e per lo scioglimento del VII Reparto Mobile di Bologna. Sono Gianni Tonelli (in carico al VII Reparto Mobile e esponente di spicco del Sindacato Autonomo di Polizia – SAP) e Matteo Salvini i mandanti della denuncia presentata dall’agente Rulli. L’intreccio tra il SAP e la Lega Nord è ormai del tutto palese: Tonelli, forte del suo ruolo nel SAP e nel VII Reparto Mobile, si è infatti candidato con la Lega Nord a Bologna come capolista alla Camera per le elezioni del 4 marzo. Il suo impegno concreto: garantire maggiori coperture e impunità ai poliziotti fascisti e a chi attacca gli immigrati.

I recenti fatti di Macerata hanno confermato che il confinamento degli immigrati in condizioni di vita e di lavoro miserabili e la loro persecuzione sono l’asse centrale della mobilitazione reazionaria delle masse popolari italiane. Continua a leggere

La solidarietà è un’arma, usiamola a tutela della compagna Rosalba redattrice del sito Vigilanza Democratica!

31 Gen

Avviso ai naviganti 78

29 gennaio 2018

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

A tutti quelli che sono per l’attuazione delle parti progressiste della Costituzione del 1948:

La solidarietà è un’arma, usiamola a tutela della compagna Rosalba redattrice del sito Vigilanza Democratica!

Denunciare le prevaricazioni degli agenti della Repubblica Pontificia e i loro crimini!

Prevenire l’uso su grande scala della strategia della tensione da parte delle autorità della Repubblica Pontificia!

A tutti quelli che si sono candidati per le elezioni del 4 marzo promettendo di fare gli interessi delle masse popolari:

Fate da subito con i mezzi di cui già oggi disponete quello che promettete di fare se sarete eletti!

 

Il 5 febbraio e il 21 febbraio al Tribunale di Milano si svolgeranno le due udienze prefissate del processo per diffamazione del VII Reparto Mobile della Celere intentato dall’agente Vladimiro Rulli alla redattrice di Vigilanza Democratica dopo che il Tribunale di Verona lo ha assolto dall’avere assieme ad altri sette agenti del Reparto reso invalido a vita un ultras del Brescia. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 77

19 Dic

19 dicembre 2017

2017, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

  1. Presentazione della redazione di Avviso ai naviganti
  2. Comunicato dei membri di un CdP in costruzione a sostegno di Stefania Favoino
  3. Allegati
  1. Presentazione della redazione di Avviso ai naviganti

L’oppressione delle donne è una parte integrante dell’oppressione esercitata dalla borghesia imperialista e dal suo clero sulle masse popolari!

La lotta per l’emancipazione delle donne è parte integrante e inseparabile della lotta per instaurare il socialismo e andare verso la società comunista!

Riceviamo e su più ampia scala diffondiamo il comunicato che i membri di un Comitato (CdP) in costruzione del Partito hanno preparato e fatto circolare per mobilitare le file locali del Partito dei CARC, i comunisti, gli operai avanzati e gli altri elementi (uomini e donne) avanzati delle masse popolari dell’area metropolitana di Milano e chiamarli alla lotta. Lo diffondiamo perché se è vero che la discriminazione a danno delle donne e l’oppressione di genere, degli uomini sulle donne, non sono nate con la società borghese ma sono un’eredità della storia dell’umanità, ora esse sono diventate un aspetto inseparabile dall’oppressione di classe: Continua a leggere

Avviso ai naviganti 76

21 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi la Voce n. 56 del (n)PCI

 

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office  / Word ]

21 ottobre 2017

2017, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

Industria 4.0 – quarta rivoluzione industriale …

prima rivoluzione socialista in un paese imperialista!

La produttività del lavoro umano aumenta enormemente e può aumentare ancora di più e più velocemente. È possibile ridurre enormemente il tempo che gli uomini devono dedicare a produrre e riprodurre le condizioni della loro esistenza, quello che usano per vivere. È possibile finirla con la maledizione lanciata dal Dio della Bibbia contro l’uomo: “guadagnerai il pane col sudore della tua fronte”, come è possibile finirla con la maledizione lanciata contro la donna: “partorirai nel dolore”. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 75

1 Set

 

31 agosto 2017

2017, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

La Repubblica Pontificia e i guai di Bergoglio

“Accoglienza dei fratelli”, “controllo dei flussi migratori”, “prima gli italiani”, “aiutiamoli a casa loro”? No, grazie!

Gli immigrati, la mobilitazione reazionaria e la rivoluzione socialista

Una delle tesi del Manifesto Programma del (nuovo)Partito comunista italiano più indigeste agli esponenti della sinistra borghese è quella della Repubblica Pontificia. Nel capitolo 2.1.1.2 del nostro MP noi spieghiamo che dopo la Seconda Guerra Mondiale la Corte Pontificia è diventata il governo occulto e di ultima istanza della Repubblica Italiana. Essa dispone di un potere completamente irresponsabile Continua a leggere

Avviso ai naviganti 74 – Rettifiche necessarie

4 Ago
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi la Voce n. 56 del (n)PCI

4 agosto 2017

2017, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Rettifiche necessarie

Dopo la diffusione dei due ultimi Comunicati CC (9/2017 e 10/2017) abbiamo ricevuto come al solito vari commenti. Ma un gruppo di lettori si sono distinti dagli altri, non ci hanno comunicato le impressioni suscitate in loro dalla lettura, ma hanno fatto un’analisi dei testi a fronte delle loro esperienze, ci hanno fatto notare alcuni difetti dei testi e proposto correzioni. Li ringraziamo pubblicamente per questa collaborazione. Essa non è solo un atto di gentilezza, ma una forma di collaborazione ad un aspetto essenziale del nostro lavoro, che proponiamo anche agli altri compagni e lettori. L’attività politica per noi comunisti è una scienza, in un senso preciso. Nel fare l’analisi di un fenomeno, nell’elaborare la linea d’azione e le parole d’ordine, nel metterle in pratica noi applichiamo una scienza, la scienza delle attività con le quali gli uomini Continua a leggere