Archivio | settembre, 2017

Anniversari – A quelli che si dichiarano comunisti

28 Set

Comunicato CC 12/2017 – 27 settembre 2017

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

1917, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

XIII anniversario della fondazione del (nuovo) Partito comunista italiano (3 ottobre 2004)

A quelli che si dichiarano comunisti

A quelli che vogliono cambiare il mondo

A quelli che vogliono porre fine al catastrofico corso delle cose che la borghesia imperialista impone all’umanità

Locandina per il
XIII anniversario di fondazione del
(nuovo) Partito comunista italiano
3 ottobre 2004
Open OfficePDF

Locandina per XIII anniversario della fondazione del (nuovo) Partito comunista italiano - 3 ottobre 2004

 La rivoluzione socialista avanza tanto più rapidamente quanto più avanzata è la scienza che il Partito comunista applica nella sua attività e quanto più numerosi sono i membri e gli organismi del Partito. È per questo che rivolgiamo ai compagni sopra indicati il nostro appello ad affrontare seriamente e apertamente 1. la questione della concezione comunista del mondo che li guida e 2. la questione dell’unità dei comunisti sulla base di quella scienza. Continua a leggere

Annunci

XIII anniversario di fondazione del (nuovo) Partito comunista italiano

19 Set

Locandina per il
XIII anniversario di fondazione del
(nuovo) Partito comunista italiano
3 ottobre 2004
Open OfficePDF

Locandina per XIII anniversario della fondazione del (nuovo) Partito comunista italiano - 3 ottobre 2004

Difendere il diritto di sciopero praticandolo! – Fare di ogni singola lotta una scuola di comunismo!

17 Set

Comunicato CC 11/2017 – 17 settembre 2017

1917, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Per l’assemblea del 23 settembre a Milano

Difendere il diritto di sciopero praticandolo!

Fare di ogni singola lotta una scuola di comunismo!

Avanzare nella rivoluzione socialista: moltiplicare il numero delle organizzazioni operaie e delle organizzazioni popolari, costituire il Governo di Blocco Popolare e avanzare fino a instaurare il socialismo!

 

Dopo il successo dello sciopero del trasporto pubblico e privato dello scorso 16 giugno, i cinque sindacati promotori (Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-AIT, Slai Cobas) hanno indetto uno sciopero generale con i seguenti eccellenti obiettivi:
Abolire le disuguaglianze salariali, sociali, economiche, di genere e quelle nei confronti degli immigrati.
Forti aumenti salariali, riduzione dell’orario di lavoro e investimenti pubblici per ambiente e territorio.
Pensione a 60 anni o con 35 anni di contributi.
Contro le privatizzazioni e le liberalizzazioni.
Diritto universale alla salute, all’abitare, alla scuola e alla mobilità pubblica.
Difesa del diritto di sciopero.
Contro l’accordo truffa del 10 gennaio 2014 sulla rappresentanza.
Contro ogni tipo di guerra e le spese militari.
E a proposito di questo ultimo obiettivo del prossimo sciopero generale ricordiamo che la Costituzione del 1948, confermata dal risultato del referendum dello scorso 4 dicembre, esclude il ricorso e la partecipazione alla guerra (art. 11) ed esclude anche la partecipazione ad alleanze come la NATO che comporta sacrificio della sovranità nazionale non in condizione di parità con gli altri Stati, nel caso particolare con gli USA (art. 11).

 

Coordinamenti di delegati e di lavoratori, anche iscritti ai sindacati di regime e anche non iscritti ad alcun sindacato, si sono già fatti promotori della stessa iniziativa di lotta. A sostegno di questo sciopero stanno confluendo anche altri sindacati alternativi e di base, anche quelli firmatari dell’infame TUR (Testo Unico sulla Rappresentanza) del 10 gennaio 2014, come USB, Confederazione Cobas, ADL Cobas. Per sabato 23 settembre i sindacati promotori hanno indetto al liceo Carducci di Milano un’assemblea che prenderà decisioni definitive sulla data e le modalità dello sciopero.

 

Il (n)PCI impegna tutti i propri organismi e chiama i compagni e gli organismi che simpatizzano per la rivoluzione socialista che il Partito promuove, a sostenere e valorizzare lo sciopero: Continua a leggere

Avviso ai naviganti 75

1 Set

 

31 agosto 2017

2017, centenario della gloriosa Rivoluzione d’Ottobre, la svolta nella storia dell’umanità

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

La Repubblica Pontificia e i guai di Bergoglio

“Accoglienza dei fratelli”, “controllo dei flussi migratori”, “prima gli italiani”, “aiutiamoli a casa loro”? No, grazie!

Gli immigrati, la mobilitazione reazionaria e la rivoluzione socialista

Una delle tesi del Manifesto Programma del (nuovo)Partito comunista italiano più indigeste agli esponenti della sinistra borghese è quella della Repubblica Pontificia. Nel capitolo 2.1.1.2 del nostro MP noi spieghiamo che dopo la Seconda Guerra Mondiale la Corte Pontificia è diventata il governo occulto e di ultima istanza della Repubblica Italiana. Essa dispone di un potere completamente irresponsabile Continua a leggere