Archivio | luglio, 2013

I dilemmi dei colleghi e dei complici di Berlusconi

30 Lug

Comunicato CC 32/2013 – 30 luglio 2013

La Cassazione deve decidere se convalidare o annullare la sentenza di condanna emessa l’8 maggio dalla Corte d’Appello di Milano contro Berlusconi. La Sezione Feriale che ha in carico la procedura è infarcita di amici di Berlusconi e di “ammazzasentenze” (imitatori del celebre Carnevale) a favore degli esponenti dei vertici della RP. Ogni tanto alcuni di questi, per esigenze di regime sono condannati o per le attività svolte nell’esercizio della loro funzioni nei vertici del regime o sotto pretesto di vizi personali di lunga data. In Italia abbiamo addirittura un articolo di legge, palesemente anticostituzionale, l’art. 41bis del regolamento carcerario, che legalizza e regola la tortura morale e fisica dei detenuti. Continua a leggere

Annunci

Mobilitazione a difesa della Costituzione – Manifestazioni e scioperi d’autunno

27 Lug

Comunicato CC 31/2013 – 25 luglio 2013     70° anniversario del crollo del fascismo

 

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Ai compagni che vogliono diventare membri dello Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Mobilitazione a difesa della Costituzione – Manifestazioni e scioperi d’autunno

Bilancio a cinque mesi dalle elezioni di febbraio e l’opera da compiere nei prossimi mesi: la situazione è favorevole allo sviluppo della Guerra Popolare Rivoluzionaria! La vittoria dipende principalmente da noi!

Sono trascorsi cinque mesi dalle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio, cinque mesi trascorsi sotto la spinta della crisi generale del capitalismo che devasta il nostro paese come il resto del mondo. Siamo oggi in grado di fare il punto dello sviluppo avuto dalla lotta tra le classi per la direzione politica del paese: la questione decisiva dello scontro in atto.

Due sono stati i risultati principali delle elezioni politiche di febbraio, al di là delle intenzioni dei vertici della Repubblica Pontificia che le avevano indette per regolare i conti tra i loro centri di potere. Continua a leggere

Que vive la mémoire d’Henri Alleg dans l’oeuvre des communistes français!

19 Lug

19 juillet 2013

Le nouveau Parti communiste italien rend hommage à la mémoire et à l’oeuvre d’Henri Alleg, mort ce mercredi 17 juillet. Tous les communistes italiens doivent lui être reconnaissants de l’aide qu’il nous a apporté dans des moments difficiles de la construction du Parti.

Henri Alleg a été le digne représentant de la tradition révolutionnaire et internationaliste du peuple français, trahie par la l’actuelle classe dirigeante de la France et ses représentants politiques: de Jean Marie Le Pen le tortionnaire, à la droite de Chirac et Sarkozy, jusqu’aux socialistes de Mitterrand et Hollande et leurs complices. Les conditions dans lesquelles le peuple français se trouve actuellement, les ruines d’usines, de chantiers et d’entreprises dont le pays est constellé sont la démonstration de leur oeuvre néfaste.

Le nouveau Parti communiste italien fait appel aux communistes français pour que la mémoire d’Henri Alleg soit honorée et serve d’enseignement pour l’entreprise qui leur reste à accomplir : en finir avec le capitalisme et sa crise qui ravage  la France, l’Europe et le reste du monde.

Le Comité Central du nouveau PCI 

Ai compagni che sinceramente si professano comunisti e vogliono ricostruire il PRC

18 Lug

Comunicato CC 30/2013 – 18 luglio 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Il fallimento del PRC può e deve contribuire alla rinascita del movimento comunista!

Noi comunisti vinceremo non perché non sbagliamo, ma perché impariamo dai nostri errori

Il materialismo dialettico insegna a noi comunisti, che vogliamo instaurare il socialismo, che dobbiamo considerare ogni individuo e ogni gruppo non principalmente per quello che dice, meno ancora per quello che pensa di essere e ancora meno per quello che dice di essere. Dobbiamo considerare ogni individuo e ogni gruppo principalmente per il ruolo che svolge e per il ruolo che, in determinate condizioni, può svolgere nel corso delle cose che noi comunisti vogliamo e possiamo indirizzare verso l’instaurazione del socialismo. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 21

13 Lug

13 luglio 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Per i compagni decisi a diventare Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Cosa significano le espulsioni di compagni dalla CGIL e dalla FIOM e come usarle per rafforzare la nostra lotta

A proposito dell’espulsione di Maria Elena Muffato dalla FISAC/CGIL e degli aspetti contraddittori di alcune manifestazioni di solidarietà.

Assimilare il materialismo dialettico per usare a nostro vantaggio le mosse e la forza dei nostri nemici.

Quanto più avanza la crisi del capitalismo, tanto più i padroni e i loro governi hanno bisogno della collaborazione dei sindacati e riducono i diritti democratici dei lavoratori. Quanto più i sindacati diventano complici e collaboratori dei padroni e dei loro governi, tanto più devono soffocare la resistenza dei lavoratori. Le espulsioni e altre misure punitive contro i dissidenti diventano più frequenti. È importante esprimere in ogni modo solidarietà con i lavoratori colpiti e promuoverla su larga scala: non è solo un gesto umanitario, è anche un atto di lotta di classe. La solidarietà rafforza tutti i lavoratori nella loro lotta contro i padroni e i loro governi. In particolare noi comunisti dobbiamo esprimere la nostra solidarietà e promuovere solidarietà verso ogni lavoratore che la destra della CGIL e della FIOM espellono dal sindacato per la sua opposizione alla linea di collaborazione e complicità con i padroni (ciò vale per la direzione della CGIL) e di ondeggiamento tra resistenza e collaborazione (ciò vale per la direzione della FIOM).

Ma esprimere solidarietà non basta. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 20

11 Lug

11 luglio 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Per i compagni decisi a diventare Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Riflessioni sull’Assemblea del 4 luglio a Napoli – “Ricostruiamo Napoli e la Campania! Bonifica e Lavoro ora! Invertiamo la rotta!”

 

L’Assemblea del 4 luglio a Napoli è stata un passo promettente sulla via di far diventare la lotta dei lavoratori delle Aziende Partecipate e la lotta dei disoccupati, cioè potenzialmente di molte decine di migliaia di lavoratori di Napoli e provincia, componenti del movimento che in tutto il paese mira a mobilitare e organizzare su larga scala le masse popolari perché costituiscano un loro governo d’emergenza, il Governo di Blocco Popolare. Questa è anche la via per assicurare il successo degli obiettivi particolari che i lavoratori delle AP, i disoccupati e i membri dei comitati ambientalisti di Napoli e della Campania si propongono. Continua a leggere

Prova d’appello per Beppe Grillo e il M5S – Cosa diventeranno Beppe Grillo e il M5S?

9 Lug

Comunicato CC 29/2013 – 9 luglio 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Il materialismo dialettico ci insegna che ogni cosa è quello che è e anche quello che non è ma ha in sé i presupposti per diventare e, in determinate condizioni, lo diventerà. Un uovo fecondato se covato diventerà un pulcino. Un sasso per quanto covato non diventerà un pulcino. Ma un uovo fecondato è tante altre cose ancora: ingrediente per frittata, oggetto da gettare in faccia a Letta, a Napolitano o a Berlusconi, modello per natura morta, … e altro ancora. E questo vale ancora di più per un uomo e per un organismo.

Cosa è un fatto, la sua effettiva natura, è il contesto che lo decide. Una spinta è pur sempre una spinta, ma può essere il gesto con cui salvate una persona che sta per essere investita o il gesto con cui uccidete una persona che è sul ciglio di un burrone.

Dunque infine Grillo sarà ricevuto da Napolitano, Continua a leggere