Archive | settembre, 2013

Il potere dei vertici della Repubblica Pontificia traballa!

30 Set

Comunicato CC 37/2013 – 30 settembre 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Moltiplicare il numero delle Organizzazioni Operaie e delle Organizzazioni Popolari. Promuovere il loro coordinamento a livello locale e nazionale. Orientare tutte le OO e OP verso la costituzione di un loro governo d’emergenza e a rendere il paese ingovernabile ai vertici della Repubblica Pontificia, fino a far loro ingoiare la costituzione del Governo di Blocco Popolare! Continua a leggere

Égypte : la résistance héroïque des masses populaires au coup d’État renforce les masses populaires du monde entier !

26 Set
(nouveau)Parti communiste italien
Comité Central
Site: http://www.nuovopci.it
Courriel: lavocenpci40@yahoo.com


Délégation du CC du (nouveau)Parti communiste italien
Adresse : BP 3   4, rue Lénine  93451 L’Ile St Denis
93451 Ile Saint Denis (France)
Courriel : delegazionecpnpci@yahoo.it

Communiqué CC 31/13 – 31 août 2013

Dans aucun pays, la Communauté Internationale des groupes impérialistes européens, américains et sionistes ne réussit à donner une forme stable à sa domination ! Continua a leggere

Per un autunno di lotte e di vittorie!

24 Set

Comunicato CC 36/2013 – 24 settembre 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Ai compagni che vogliono diventare membri dello Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Dalla Val di Susa a Niscemi, dall’ILVA all’ALCOA una parola d’ordine comune:
costituire un governo d’emergenza delle masse popolari organizzate, costituire il Governo di Blocco Popolare!

Dare forza alle lotte rivendicative ma fare di ogni lotta una scuola di comunismo!

Promuovere la resistenza alla repressione e alle manovre intimidatorie dei vertici della Repubblica Pontificia!

I vertici della Repubblica Pontificia si dibattono furiosamente perché sono disperati: la loro egemonia sulle masse popolari è in caduta libera!

 

Costituire ovunque Comitati di Partito clandestini!

Costituire in ogni azienda capitalista Organizzazioni Operaie che proiettano anche all’esterno la loro influenza!

Costituire Organizzazioni Popolari in ogni istituzione e azienda pubblica e in ogni zona!

 

Moltiplicare il numero delle Organizzazioni Operaie e delle Organizzazioni Popolari. Promuovere il loro coordinamento a livello locale e nazionale. Orientare tutte le OO e OP verso la costituzione di un loro governo d’emergenza e a rendere il paese ingovernabile ai vertici della Repubblica Pontificia, fino a far loro ingoiare la costituzione del Governo di Blocco Popolare! Continua a leggere

Commento di Larobe all’Avviso ai naviganti 28 e la nostra risposta

6 Set

Larobe

 Sarebbe utile non alimentare divisioni disquisendo sul riformismo/concertazione (di cui forse tutti gli interlocutori, in passato, sono rimasti -in buona fede- vittime). Nei comunicati sia di npci, carc e Isckra Lab. trovo coincidenza di obiettivi. Anche la questione dell’interclassismo è un un aspetto marginale, una variabile contingente dettata dal momento, di crisi.

La STRADA da percorrere è il punto fondamentale: a leggerle a me sono parse condivisibili entrambe le impostazioni; c’è da capire quale, da un punto di vista operativo, sia la più efficace nel momento attuale e oggettivamente realizzabile. Quanto afferma Iskra Lab. non è “propedeutico”, in effetti, (sia pure viziato da apparente concertazione) ai futuri sviluppi prospettati da npci-carc? (Governo di blocco popolare, ecc.). Mi sembra che decenni di abile distruzione della coscienza di classe richiedano un tempo non brevissimo per ricostruire un minimo le coscienze imborghesite dei più, specie dei più giovani, cresciuti a pane e consumismo.

Una cosa è certa: se anche chi si sta impegnando in questa (nuova) lotta si sofferma sui motivi di divisione e non di unione (lo scopo), allora non c’è speranza.

Saluti

 ________________________

Saluti, compagna. Siamo contenti che sei intervenuta nel dibattito. Le acque stagnanti sono dannose Continua a leggere

Avviso ai naviganti 28 – Due linee nelle lotte rivendicative

5 Set

5 settembre 2013

 (Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

A proposito della Risposta di Laboratorio Politico Iskra e COC-Napoli all’Avviso ai naviganti 22 – Pensare non è come cagare e all’Avviso ai naviganti 23 – Io concertativo e riformista? Quando mai!

 Chiudere le masse popolari nell’orizzonte delle lotte rivendicative e contrabbandare come attacco le lotte necessarie per aumentare il salario e fare rispettare dai padroni e dalle loro autorità i diritti che i lavoratori hanno conquistato nel corso della prima ondata della rivoluzione proletaria e in gran parte violati o addirittura già apertamente cancellati dalla borghesia imperialista e dal clero

oppure fare di ogni lotta rivendicativa una scuola di comunismo e mobilitare le masse popolari a organizzarsi e lottare fino a costituire un proprio governo d’emergenza, il Governo di Blocco Popolare? Continua a leggere

Avviso ai naviganti 27 – Sandro Medici, il vento, il pifferaio di Hamelin e i pellegrini del nulla

2 Set

2 settembre 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

 Sandro Medici, il candidato sindaco di Repubblica Romana alle elezioni amministrative di maggio, ha pubblicato su il manifesto del 31 agosto l’articolo La sinistra soffia nel vento. Consigliamo vivamente a ogni nostro lettore e a ogni persona che aspira a cambiare la situazione, a rovesciare il tavolo, a porre fine all’attuale corso delle cose, di leggere con attenzione questo articolo, studiarlo, farne argomento di discussione e portare la discussione “fino in fondo”: cioè fino a conclusione pratiche. Continua a leggere