Archivio | ottobre, 2019
29 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 62 del (n)PCI

Comunicato CC 24/2019 – 29 ottobre 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word]

Le elezioni in Umbria confermano la crisi del sistema politico della Repubblica Pontificia asservita alla NATO e all’UE!

Il M5S di Luigi di Maio perde seguito e consensi perché obbedisce alla UE e alla NATO!

La Lega di Matteo Salvini se ne giova finché è all’opposizione.

L’esito delle elezioni in Umbria conferma che crescono il malcontento, il malessere, l’insofferenza e la rivolta delle masse popolari contro il corso catastrofico delle cose che la borghesia imperialista ha imposto anche nel nostro paese da quando circa quaranta anni fa ha ripreso in mano nel mondo intero la direzione del corso delle cose. I partiti che da trenta anni a questa parte hanno composto i governi che hanno attuato nel nostro paese il programma della borghesia imperialista perdono terreno ad ogni elezione. Il PD di Romano Prodi e di Matteo Renzi, erede della combriccola del CAF (Craxi-Andreotti-Forlani) e del PCI di Berlinguer, perde ovunque voti ad ogni elezione. Il Partito di Berlusconi, da circa trenta anni portavoce politico della malavita organizzata e di molti gruppi imperialisti, segue la stessa strada. Si allarga la breccia che con il voto del 4 marzo 2018 le masse popolari hanno aperto nel sistema politico della Repubblica Pontificia asservita alla NATO e al Fondo Monetario Internazionale (FMI) diretti dai gruppi imperialisti USA e all’UE (Commissione e Banca Centrale) dei gruppi imperialisti europei. Continua a leggere

20 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 62 del (n)PCI

Comunicato CC 23/2019 – 20 ottobre 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Appello agli operai della Whirlpool di Napoli, della Embraco di Torino e di tutte le altre aziende Whirlpool sparse per l’Italia

Whirlpool è una delle filiazioni industriali di un grande gruppo finanziario USA. Ha comperato fabbriche e imprese in Italia e in altri paesi imperialisti (Francia, ecc.) e in particolare ha concentrato nelle sue mani la produzione di elettrodomestici e componenti. Ora sta sistematicamente chiudendo e delocalizzando la produzione in paesi dove i salari sono più bassi e le leggi a protezione delle condizioni di lavoro e dell’ambiente sono più permissive. Continua a leggere

Impedire lo smantellamento dell’apparato produttivo del paese è il punto principale di una vera lotta per la sovranità nazionale!

10 Ott
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI

Comunicato CC 22/2019 – 10 ottobre 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Nessuna azienda deve essere chiusa, smembrata, ridotta di dimensioni, venduta a gruppi stranieri!
Nazionalizzare senza indennizzo le aziende che i capitalisti vogliono vendere, smembrare, ridurre, delocalizzare!

Impedire lo smantellamento dell’apparato produttivo del paese è il punto principale di una vera lotta per la sovranità nazionale!

Alitalia, Whirlpool, FCA, CNH-Iveco, ex Lucchini, Ilva, Embraco, Bekaert, Electrolux, … procede inesorabile la liquidazione delle aziende che producono beni e servizi.

È una distruzione che ha radici lontane. Prima i governi del CAF (Craxi, Andreotti, Forlani) e poi quelli delle Larghe Intese (PD con partitini satelliti, Berlusconi con Lega e gli attuali Fratelli d’Italia) hanno fatto dell’Italia un terreno libero per le scorrerie dei gruppi imperialisti che comprano, chiudono, smembrano e delocalizzano aziende industriali. Hanno privatizzato quasi tutto il sistema industriale pubblico Continua a leggere