Tag Archives: La Voce del (n)PCI

Gramsci et la Guerre Populaire Révolutionnaire de Longue Durée

31 Ott

Article de

La Voce du nouveau Parti communiste italien n° 44 juillet 2013

Télécharger le texte du communiqué : Texte en Open Office  Texte en PDFTexte en word

La “guerre de position” de Gramsci est substantiellement une périphrase pour la plus explicite expression Guerre Populaire Révolutionnaire de Longue Durée (GPR de LD) que nous utilisons, reprenant celle-ci de Mao.(1)

1. La Voce du nouveau PCI, n° 43, mars 2013, p. 5

Nous publions avec grand plaisir l’article du camarade Folco R. qui illustre l’apport d’Antonio Gramsci à l’élaboration de la stratégie de Guerre populaire révolutionnaire comme stratégie de la  révolution socialiste dans les pays impérialistes.

Avant toute chose parce que le mouvement communiste de notre pays a un besoin absolu d’affiner son analyse quant aux formes de la révolution socialiste. Plus notre lutte avance, plus se développe largement Continua a leggere

Gramsci and the Protracted Revolutionary People’s War

28 Ott

La Voce n. 44 of the (new)Italian Communist Party

July 2013

 Download Text file PDF ,Open Office or WORD

The “war of position“ of Gramsci is essentially a paraphrase of the more explicit expression of PRPW that we use, taking it from Mao.“(1)

We gladly publish the article by Comrade Folco R. which shows the contribution by Antonio Gramsci to the development of the strategy of the revolutionary people’s war as a strategy of the socialist revolution in the imperialist countries.

Firstly, because the communist movement in our country absolutely needs to refine his elaboration about the forms of socialist revolution. The more our fight progresses, the more widely the war that we started with the founding of the Party spreads, as the crisis of capitalism drives the masses to enlist in the PRPW, as in the 1943-1945 period a growing number of young people, workers, farmers and housewives joined the Resistance, the more it is necessary that the Party learns to put the general conception of PRPW in concrete initiatives: in campaigns, battles and operations until the mobilization of the broad masses that will establish socialism in Italy and so will give their contribution to the second wave of the proletarian revolution advancing worldwide. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 21

13 Lug

13 luglio 2013

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Per i compagni decisi a diventare Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Cosa significano le espulsioni di compagni dalla CGIL e dalla FIOM e come usarle per rafforzare la nostra lotta

A proposito dell’espulsione di Maria Elena Muffato dalla FISAC/CGIL e degli aspetti contraddittori di alcune manifestazioni di solidarietà.

Assimilare il materialismo dialettico per usare a nostro vantaggio le mosse e la forza dei nostri nemici.

Quanto più avanza la crisi del capitalismo, tanto più i padroni e i loro governi hanno bisogno della collaborazione dei sindacati e riducono i diritti democratici dei lavoratori. Quanto più i sindacati diventano complici e collaboratori dei padroni e dei loro governi, tanto più devono soffocare la resistenza dei lavoratori. Le espulsioni e altre misure punitive contro i dissidenti diventano più frequenti. È importante esprimere in ogni modo solidarietà con i lavoratori colpiti e promuoverla su larga scala: non è solo un gesto umanitario, è anche un atto di lotta di classe. La solidarietà rafforza tutti i lavoratori nella loro lotta contro i padroni e i loro governi. In particolare noi comunisti dobbiamo esprimere la nostra solidarietà e promuovere solidarietà verso ogni lavoratore che la destra della CGIL e della FIOM espellono dal sindacato per la sua opposizione alla linea di collaborazione e complicità con i padroni (ciò vale per la direzione della CGIL) e di ondeggiamento tra resistenza e collaborazione (ciò vale per la direzione della FIOM).

Ma esprimere solidarietà non basta. Continua a leggere