Tag Archives: ILVA

L’ILVA è la dimostrazione su grande scala che la gestione privata delle aziende è una cosa rovinosa per gli operai e per le masse popolari. All’ILVA come alla FIAT, alla Whirlpool come all’Alitalia, la gestione privata delle attività economiche crea un terreno dove corruzione, malavita e speculazioni di ogni genere si intrecciano con il disastro ambientale, l’inquinamento e la disgregazione sociale.

10 Nov

INDICE DEI COMUNICATI

(nuovo)PCI(nuovo)Partito comunista italiano

Comitato Centrale
Sito: www.nuovopci.it
e.mail: nuovopci@riseup.net
 Delegazione
BP3  4, rue Lénine 93451 L’Île St Denis (Francia)
e.mail: delegazione.npci@riseup.net

 

Comunicato CC 25/2019 – 10 novembre 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Dall’ILVA alla crisi ambientale, dalla salute al lavoro per tutti!

 

Ogni crisi particolare è risolvibile, ma ogni soluzione particolare per durare ha bisogno della trasformazione generale politica, economica e sociale del paese!

 

ILVA e tutto il settore siderurgico (da Taranto a Piombino, a Terni, a Conegliano), Alitalia, Whirlpool, FIAT (con IVECO e le altre società connesse da Mirafiori a Termini Imerese), Bekaert, i 160 tavoli di crisi aperti presso il Ministero dello Sviluppo Economico, l’indotto e la componentistica … è gran parte dell’apparato produttivo italiano che è in crisi, milioni i lavoratori direttamente coinvolti, dipendenti e autonomi, fino agli agricoltori e ai pescatori. Le aziende che “tirano” sono destinate a diventare aziende in crisi, in ridimensionamento, chiusura o delocalizzazione. L’operaio che non vede la crisi arrivare nella sua azienda, coinvolgere la sua azienda, si culla in illusioni e in speranze se non previene le mosse del padrone: i padroni guadagnano di più speculando che facendo produrre. Continua a leggere

Per un autunno di lotte e di vittorie!

24 Set

Comunicato CC 36/2013 – 24 settembre 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

Ai compagni che vogliono diventare membri dello Stato Maggiore della rivoluzione socialista

Dalla Val di Susa a Niscemi, dall’ILVA all’ALCOA una parola d’ordine comune:
costituire un governo d’emergenza delle masse popolari organizzate, costituire il Governo di Blocco Popolare!

Dare forza alle lotte rivendicative ma fare di ogni lotta una scuola di comunismo!

Promuovere la resistenza alla repressione e alle manovre intimidatorie dei vertici della Repubblica Pontificia!

I vertici della Repubblica Pontificia si dibattono furiosamente perché sono disperati: la loro egemonia sulle masse popolari è in caduta libera!

 

Costituire ovunque Comitati di Partito clandestini!

Costituire in ogni azienda capitalista Organizzazioni Operaie che proiettano anche all’esterno la loro influenza!

Costituire Organizzazioni Popolari in ogni istituzione e azienda pubblica e in ogni zona!

 

Moltiplicare il numero delle Organizzazioni Operaie e delle Organizzazioni Popolari. Promuovere il loro coordinamento a livello locale e nazionale. Orientare tutte le OO e OP verso la costituzione di un loro governo d’emergenza e a rendere il paese ingovernabile ai vertici della Repubblica Pontificia, fino a far loro ingoiare la costituzione del Governo di Blocco Popolare! Continua a leggere