Tag Archives: Fiat

Gli operai della Whirlpool, i padroni della Whirlpool e i fautori del “bene comune”

10 Ago
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 65 del (n)PCI

Comunicato CC 22/2020 – 10 agosto 2020

[Scaricate il testo dell’Avv. ai naviganti in Open Office / Word ]

Non esiste bene comune tra capitalisti e proletari

Gli operai della Whirlpool, i padroni della Whirlpool e i fautori del “bene comune”

I dirigenti della Whirlpool hanno ribadito che tra poche settimane chiuderanno lo stabilimento di Napoli. I portavoce degli Agnelli-Elkann hanno avvertito i padroni delle aziende che forniscono componenti per le 600 mila auto che FCA (ex FIAT) produce ancora in Italia che nel giro di pochi mesi FCA non acquisterà più i loro prodotti (e si tratta di aziende dove attualmente lavorano circa 60.000 operai). L’elenco potrebbe continuare.

Sono forse cattivi i dirigenti della Whirlpool e i portavoce degli Agnelli-Elkann? Non è questo il problema! Continua a leggere

Da Brasilia a Pomigliano!

24 Giu

Comunicato CC 27/2013 – 24 giugno 2013

 [Scaricate il testo del comunicato in Open Office / PDF / Word ]

 

Succedono in questi giorni fatti di grande importanza. Non nel senso che decidono quale strada prenderemo. Ma di grande importanza per le lezioni che danno a noi comunisti e a tutti quelli che nel campo delle masse popolari cercano una via d’uscita alla crisi del capitalismo.

1. La crisi del capitalismo è generale. Le rivolte in corso in Turchia e in Brasile ci confermano questa verità.

Esse smentiscono la tesi che i paesi emergenti (BRICS e altri) sono esclusi dalla crisi del capitalismo, che quindi non sarebbe generale. Tesi che si basa sul fatto che nei paesi che il capitale della Comunità dei paesi imperialisti europei, americani e sionisti ha invaso negli anni passati, il PIL cresce a ritmi vistosi. Tesi che ha qui da noi il grande ruolo pratico di facilitare la strada a varie linee politiche che deviano le masse popolari dei paesi imperialisti verso l’aggressione di altri paesi distogliendole dalla lotta di classe. La colpa della crisi che le colpisce è della Germania, della Cina, ecc. ecc., di tutti salvo che della borghesia imperialista del proprio paese e della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti di cui essa fa parte. Continua a leggere