Tag Archives: Bilancio

Perché il movimento comunista che nel secolo scorso aveva assunto nel mondo intero la direzione dello sviluppo dell’umanità, si è ridotto in Europa al livello attuale?

22 Ott

Comunicato CC 29/2020 – 22 ottobre 2020

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Ai promotori e attivisti delle “costituenti comuniste”

Perché il movimento comunista che nel secolo scorso aveva assunto nel mondo intero la direzione dello sviluppo dell’umanità, si è ridotto in Europa al livello attuale?

Cosa devono fare quelli che sono coscienti che la sua rinascita è necessaria?

Per far rinascere il movimento comunista, la coscienza della sua necessità e la buona volontà non bastano, tanto meno basta l’unità organizzativa di tutti quelli che si dichiarano comunisti. Occorre individuare le cause dell’esaurimento della prima ondata della rivoluzione socialista (1917-1976) e giovarsi delle lezioni che ne derivano. Continua a leggere

Avviso ai naviganti 88

19 Apr
Visita il sito del (n)PCI Vai al Blog del (n)PCI Leggi e diffondi La Voce n. 61 del (n)PCI

 

19 aprile 2019

(Scaricate il testo in versione Open Office o Word )

Gramsci e la crisi generale del capitalismo, supplemento di La Voce 61

Il (nuovo)Partito comunista italiano lotta per portare a compimento l’opera che il vecchio PCI lasciò incompiuta: fare dell’Italia un paese socialista!

 

Il bilancio dell’esperienza del vecchio PCI di Antonio Gramsci e della gloriosa e vittoriosa Resistenza, il punto più alto finora raggiunto dalla classe operaia del nostro paese nella lotta per il potere, sono fonte di grandi insegnamenti!

 

Studiare l’opera di Gramsci alla luce del marxismo-leninismo-maoismo è un tassello importante per condurre vittoriosamente la nostra lotta!

 

Gramsci è un patrimonio per il movimento comunista italiano. Fu l’unico dirigente comunista che si cimentò nell’opera di “tradurre il marxismo in italiano”, ossia di usare il marxismo per analizzare il nostro paese e individuare la via per fare dell’Italia un paese socialista.

 

Il carcere fascista gli impedì di guidare il PCI a raggiungere questo obiettivo. Ma le sue analisi e le sue elaborazioni sono per noi una miniera da cui attingiamo alla luce del marxismo-leninismo-maoismo.

 

Gramsci e la crisi generale del capitalismo, Supplemento di La Voce 61, fornisce ai compagni che lo studieranno gli utensili necessari per imparare dai suoi Quaderni del carcere (1929-1935) e dai suoi scritti del periodo 1923-1926, Continua a leggere

Avviso ai naviganti 63 – Per partecipare alla rivoluzione socialista che il (n)PCI promuove nel nostro paese

28 Lug

28 luglio 2016 – (Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )

Studiare l’esperienza della prima ondata della rivoluzione proletaria

Relazione di Palmiro Togliatti sulla sconfitta del Fronte Popolare (1936-1939) e la fine della Repubblica Spagnola

Mettiamo a disposizione sul nostro sito http://www.nuovopci.it/scritti/varie/Togliatti_rel_spagna.html la relazione del 21 maggio 1939 al CE dell’IC stesa da Palmiro Togliatti, futuro capo dei revisionisti moderni che neanche dieci anni dopo, approfittando dei limiti della sinistra del PCI, riuscirono a far affogare la Resistenza nella Repubblica Pontificia sotto protettorato USA (NATO).

Togliatti era stato inviato in Spagna dal Comitato Esecutivo (CE) dell’Internazionale Comunista e dal luglio 1937 Continua a leggere

Avviso ai naviganti 62 – Imparare dall’esperienza del movimento comunista!

16 Giu

16 giugno 2016

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )
Dedichiamo anche questo Avviso ai naviganti a Sergio Spazzali, per il generoso contributo che ha dato al bilancio dell’impresa delle Brigate Rosse che proponiamo all’attenzione dei compagni che vogliono contribuire alla rinascita del movimento comunista.

I comunisti studiano principalmente la storia del movimento comunista e da essa imparano cosa fare

La sinistra borghese e chi ne subisce l’influenza studiano principalmente le attività della borghesia imperialista

Facciamo omaggio del bilancio delle Brigate Rosse, Cristoforo Colombo ovvero di come convinti di navigare verso le Indie approdammo in America di Pippo Assan (1988) ai compagni che parteciperanno al Seminario nazionale di Roma indetto da Rete dei Comunisti e a quelli che parteciperanno all’Assemblea nazionale costituente di Bologna indetta dall’Associazione per la ricostruzione del partito comunista.

 

La crisi generale del capitalismo procede e la crisi delle istituzioni e degli ordinamenti statali si aggrava in ogni paese dominato dalla Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, americani e sionisti: dagli USA, alla Francia, all’Italia, a ognuno dei paesi dell’UE. Gli effetti distruttivi di uomini e cose prodotti dalla crisi Continua a leggere

Avviso ai naviganti 61- Barbara Balzerani o Pippo Assan?

4 Apr

5 aprile 2016

(Scaricate il testo in versione Open Office, PDF o Word )
Dedichiamo questo Avviso ai naviganti a Sergio Spazzali, per il generoso contributo che ha dato al bilancio dell’impresa delle Brigate Rosse di cui qui si tratta.

Per mettersi in contatto con il Centro del (n)PCI senza essere individuati e
messi sotto controllo dalle Forze dell’Ordine borghese, una via consiste
nell’usare TOR [vedere
http://www.nuovopci.it/corrisp/risp03.html
], aprire una casella email
con TOR e inviare da essa a una delle caselle del Partito i messaggi
criptati con PGP e con la chiave pubblica del Partito [vedere

http://www.nuovopci.it/corrisp/risp03.html
].

Le istruzioni per l’uso di TOR e di PGP sono state recentemente
aggiornate. Una versione più semplice delle precedenti è ora disponibile in

http://www.nuovopci.it/corrisp/risp03.html

Lettera aperta ai redattori di Contropiano (Rete dei Comunisti) e affini

Barbara Balzerani o Pippo Assan?

Come sotto le vesti dell’introspezione e della narrazione, una pentita BR diffonde fatalismo e rassegnazione.

Richiamiamo l’attenzione dei nostri lettori sull’articolo (riportato in Appendice a questo AaN) pubblicato il 2 aprile (ma non era un pesce d’aprile!) sul giornale online Contropiano di Rete dei Comunisti (RdC) che lo ha ripreso dal giornale indipendentista basco Gara. RdC è un’organizzazione che Continua a leggere