Questa è la legittima difesa di cui abbiamo realmente bisogno!

1 Apr

Comunicato CC 6/2019 – 1° aprile 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

 

  

Il 27 marzo il Senato ha approvato la legge sulla legittima difesa. Matteo Salvini, lo sciacallo, esulta. Da oggi l’Italia sarà più sicura, afferma, perché ogni cittadino sarà più libero di difendersi in casa propria, nel negozio o altri locali di sua proprietà (di usare armi contro aggressori, rapinatori, ladri e intrusi) con meno rischio di essere condannato per eccesso nell’uso della violenza. Fratelli d’Italia e Forza Italia votano compatti a favore della legge. Anche il M5S vota a favore, eccetto 15 senatori che disertano il voto (6 sono presenti ma si astengono e 9 sono “assenti giustificati”, perché in “missione”). Assenti dall’aula i membri M5S del governo. Dopo il Decreto sicurezza, la legge sulla legittima difesa è una nuova misura reazionaria adottata dal governo M5S-Lega, in continuità con il programma comune portato avanti per quarant’anni dalle Larghe Intese (PD e il Partito di Berlusconi): far fronte alla crisi del capitalismo peggiorando la condizione delle masse popolari. Salvini lo sciacallo e chi con lui esulta per la legge, individua negli autori di violenze gratuite e di aggressioni, negli stupratori, nei rapinatori, nei ladri e in altri soggetti che violano la proprietà privata, la fonte dello stato generale di insicurezza che regna nel paese. Alla stregua degli “immigrati che sono la causa della disoccupazione degli italiani” perché per sopravvivere accettano condizioni di lavoro al di sotto di ogni decenza. Cittadini più armati e porti sbarrati sono i due ingredienti per la rinascita del nostro paese, ad avviso di Salvini e dei suoi simili.

Togliamo subito di mezzo un punto: è chiaro, se sei aggredito (in casa o fuori), ti difendi e lo fai con tutte le tue forze. La questione di fondo però qui è un’altra: quale è la causa principale dell’insicurezza delle masse popolari, cosa minaccia realmente la loro esistenza? chi mette realmente in pericolo chi? da cosa ci dobbiamo difendere, per avere una vita dignitosa, sicura e serena? In sintesi: di quale legittima difesa abbiamo bisogno?

  

Legittima difesa è: impedire che le aziende vengano smembrate, chiuse, delocalizzate per i profitti dei padroni e che gli operai vengano buttati sul lastrico e privati della base economica per vivere.

Legittima difesa è: sicurezza sui posti di lavoro e pene sicure per quei padroni che per aumentare i profitti trascurano volutamente la sicurezza degli impianti e mettono a repentaglio la vita dei lavoratori.

Legittima difesa è: un ambiente sano, pulito, non inquinato, non avvelenato, non devastato dai padroni che per i loro profitti fanno grandi opere come la TAV e trivellazioni, sversano rifiuti tossici, avvelenano città intere (come Taranto) facendo morire di tumore centinaia di bambini e adulti.

Legittima difesa è: un ambiente non devastato con l’uranio impoverito perché usato come poligono di tiro dalla NATO.

Legittima difesa è: sanità pubblica, accessibile, gratuita, di qualità per le masse popolari e non solo per i ricchi che possono permettersi cure e cliniche private. Legittima difesa è andare in ospedale ed essere sicuro di essere curato, anche se non hai i soldi e non avere il timore di morire per “mala sanità”.

Legittima difesa è: avere una casa dignitosa, che le banche non pignorino la tua casa e non ti buttino sul lastrico.

Legittima difesa è: difendere il cittadino e non spingerlo a suicidarsi perché indebitato con usurai legalizzati e protetti dalle forze dell’ordine.

Legittima difesa è: prendere l’auto o l’autobus o il treno ed essere sicuro di tornare a casa e di non morire perché il ponte non regge, perché il veicolo viene schiacciato da una frana causata dalla cattiva manutenzione e cura del territorio, perché il treno si schianta contro un altro treno o deraglia perché ormai obsoleto.

  Legittima difesa è: non essere ucciso da un carabiniere o un poliziotto nel buio della notte o tra le mura di una caserma, con i parenti delle vittime costretti a lottare per anni contro l’impunità e l’omertà, per avere verità e giustizia; essere ascoltata quando denunci un marito o un ex ragazzo violento e non finire ammazzata dopo decine di denunce inascoltate dalle forze dell’ordine; non vedere assolti i propri stupratori da giudici sostanzialmente compiacenti perché “te la sei cercata”, perché “portavi la minigonna”, perché “sei troppo brutta per essere stuprata”, che assolvono uomini che uccidono donne con sentenze abominevoli come “era in preda di una tempesta emotiva”: l’impunità alimenta l’estensione della violenza!

Legittima difesa è: mettere fine all’impunità del Vaticano e del suo clero, dalla pedofilia alle speculazioni bancarie, finanziarie e immobiliari.

Legittima difesa è: mettere fine alla connivenza dello Stato con le Organizzazioni Criminali.

Legittima difesa è: un paese libero dalle basi NATO e dal cappio dell’Unione Europea e BCE.

Questa è la legittima difesa di cui abbiamo bisogno, questa è la sicurezza di cui hanno necessità le masse popolari!

Senza di questo, parlare di sicurezza, di difesa, ecc. sono solo chiacchiere demagogiche per scaricare sugli abbrutiti, sugli autori di atti gratuiti di violenza, sugli spacciatori, sugli aggressori, sugli stupratori, sui rapinatori, sui ladri e su altri soggetti che violano la proprietà privata la responsabilità principale di un paese che va a pezzi a causa della direzione imposta per quarant’anni dalle Larghe Intese, dello smantellamento industriale, dell’eliminazione delle conquiste e dei diritti strappati dalle masse popolari sotto la guida del movimento comunista quando nel mondo era forte e faceva paura dalla borghesia e al clero, della devastazione dei territori e del tessuto sociale. Anche gli abbrutiti di vario genere, gli stupratori, i rapinatori, i ladri e gli altri soggetti che violano la proprietà e la sicurezza degli altri, insomma tutta la microcriminalità diffusa, sono il frutto di questa situazione: in una società dove il lavoro è veramente un diritto e un dovere per tutti, in cui ogni adulto è messo nella condizione di avere una vita dignitosa, in cui tutti hanno la possibilità di istruirsi e di contribuire allo sviluppo della società al più alto livello a cui ognuno è in grado di arrivare, dove l’educazione della nuova generazione non è lasciata ai mercanti di immagini e suoni ma cura massima dell’intera società, in una simile società diminuiscono rapidamente anche gli aggressori, i violentatori, i rapinatori, i ladri e gli altri soggetti che per un motivo o per un altro violano la proprietà privata e tutta la microcriminalità in cui ora invece pesca la criminalità organizzata! Al contrario, una società diretta da criminali (borghesia criminale e criminalità organizzata a braccetto) produce in continuazione aggressori, violentatori, rapinatori, ladri e altri soggetti simili!

Chi pensa di risolvere la situazione aumentando il numero di armi a disposizione dei singoli cittadini è un ingenuo o un imbroglione: basta guardare agli USA, il paese imperialista dove i cittadini sono più armati e in cui, a causa della disgregazione sociale prodotta dai capitalisti, le stragi, gli omicidi, le violenze, i suicidi sono sempre più diffusi!

Stupratori, rapinatori, spacciatori, ladri e abbrutiti non piovono dal cielo: sono le estreme manifestazioni morbose del disordine prodotto dal capitalismo in crisi, come i bubboni sono manifestazioni di una infezione acuta. I vecchi valori del vivere sociale spariscono perché in contrasto con le condizioni pratiche della vita e i valori del nuovo mondo non possono affermarsi a livello di massa perché il nuovo mondo non si è ancora affermato come sistema di vita: i valori del nuovo mondo si affermano solo in quelli che lottano per far nascere nella pratica il mondo nuovo, nei comunisti che promuovono la rivoluzione socialista.

 

Noi comunisti siamo per la sicurezza e per la difesa delle masse popolari: per questo vogliamo liberare il nostro paese dalla borghesia, dal Vaticano, dalle Organizzazioni Criminali, dalla NATO e dall’UE! Sono loro i criminali che opprimono e sfruttano le masse popolari, sono loro gli artefici del degrado e dell’insicurezza!

  La vera arma per essere più sicuri è organizzarsi sui posti di lavoro (nelle aziende capitaliste e pubbliche) e nei territori, per occuparsi della propria azienda e impedirne la morte lenta, la chiusura o la delocalizzazione, per impedire lo smantellamento dei servizi, per fare fronte comune contro i padroni, i banchieri, gli speculatori ed estendere la rete dell’organizzazione popolare, tappa dopo tappa, in tutto il paese, fino a strappare di mano le redini della società alla borghesia!

È questo il terreno su cui dobbiamo mobilitare gli elettori e attivisti del M5S che non accettano il Decreto Sicurezza e la legge sulla legittima difesa, che non vogliono repressione e “guerra tra poveri” ma diritti e misure per ricostruire realmente il paese (lavoro, sanità, istruzione, ambiente); in questo dobbiamo mobilitare gli attivisti e elettori del PD che vogliono che faccia “qualcosa di sinistra”; in questo dobbiamo mobilitare anche gli elettori e attivisti della Lega che vogliono sicurezza per le masse popolari e che, al di la delle chiacchiere, vivono sulla loro pelle i disagi prodotti dalle aziende che chiudono, dallo smantellamento di sanità e istruzione pubblica, dalla devastazione dell’ambiente, dai pignoramenti da parte delle banche: su questo dobbiamo fare leva, senza dimenticare di far loro notare che al tanto parlare di sicurezza e legalità da parte della Lega e dello sciacallo Salvini corrisponde, oltre all’alleanza ventennale con il mafioso Berlusconi, l’estensione delle Organizzazioni Criminali proprio nelle regioni che essa governa (l’infiltrazione della Ndrangheta in Lombardia e Veneto e il traffico illegale di rifiuti tossici in Veneto sono emblematici)!

  

Solo una società non sottomessa al profitto dei capitalisti e dove ogni persona ha una vita dignitosa è una società sicura!

Organizziamoci per prendere in mano le redini del paese, costruire il Governo di Blocco Popolare e avanzare verso il socialismo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: